Le amiche di Creativando :

lunedì 16 ottobre 2017

TORTA DI ZUCCA "A MODO MIO"

E dopo le zucche di tessuto,
ora tocca alle zucche vere e proprie!
La torta di zucca è un dolce che a me piace moltissimo
e, per fortuna, è apprezzata anche dal resto della famiglia...
La mia mamma era solita prepararla
quando ero ragazzina ed a me piaceva così tanto che,
quando al supermercato vedevo le prime zucche, iniziavo a sfinirla 
con la richiesta di questa torta.
Sinceramente, mi viene quasi il dubbio che la cucinasse 
più per disperazione che per convinzione ...
fino a quando ho voluto provare 
a farla con le mie mani!!!
Ho cercato una ricetta-base e poi, 
con prove e riprove, 
l'ho personalizzata "a modo mio"
con l'intento di ritrovare esattamente il sapore 
che ricordavo, quello della torta che cucinava la mia mamma!






Ecco come faccio la torta di zucca "a modo mio":
taglio grossolanamente la zucca a spicchi e la metto in forno fino a quando la polpa non risulta morbida (si deve poter schiacciare con la forchetta),
sbuccio le mele e le taglio a pezzetti, le faccio cuocere
con zucchero ed acqua fino a quando si riducono ad una poltiglia.
A questo punto unisco le mele alla polpa di zucca 
(anche nel mixer), aggiungo, a mia assoluta discrezione
ed improvvisazione, amaretti sbriciolati, nocciole o mandorle tritate
(ma non troppo finemente), cacao amaro in polvere, farina e 1/2 bustina di lievito, 
i tuorli di 1 o 2 uova, gli albumi montati a neve, una noce di burro ed eventualmente un po' di zucchero (ma solo dopo aver assaggiato l'impasto...).
A questo punto provvedo ad imburrare la tortiera, 
la cospargo di pane grattuggiato e verso l'impasto.
Ora la torta è pronta ad essere infornata!!!
Con la cottura si formerà una leggera crosticina in superficie
ed io controllo il grado di cottura con la "prova stuzzicadente"
che sicuramente conoscete tutte!
E' deliziosa se gustata una volta che si è raffreddata, 
dopo la cottura... ma vi assicuro che servita tiepida, 
accompagnata da un cucchiaio di gelato alla crema, 
è fantastica!!!

Se vorrete provare la ricetta "a modo vostro",
fatemi sapere se vi è piaciuta!!!

Rita

martedì 10 ottobre 2017

ANCORA ZUCCHE ...

Mi piace questo inizio di autunno,
mi piacciono le giornate che iniziano ad essere freddine,
ma limpide, i colori caldi della natura ...
Mi piace indossare i primi maglioncini, 
farmi coccolare da una morbida coperta, 
sorseggiare una tazza di the caldo al ritorno da una passeggiata.
Mi piace anche creare un po' di 
"atmosfera d'autunno" in casa ...
Qualche ritaglio di stoffa,
un po' di ovatta, una gugliata di spago ...
ed ecco pronte le mie zucche cicciottelle 
da mettere qua e là in casa,
magari insieme a qualche castagna, 
per creare un centrotavola 
adatto alla stagione!











Rita

martedì 26 settembre 2017

AUTUNNO

Autunno . . .
Stagione di colori caldi,
voglia di ritmi meno frenetici, 
di serate trascorse accanto ad un camino acceso  . . .
In autunno a me piacciono le zucche:
sarà perchè nei negozi e nei supermercati iniziano 
a catturare il mio sguardo per i loro colori, 
per la forma tondeggiante che le contraddistingue,
sarà perchè in questo periodo in casa
iniziano le richieste per la torta di zucca . . .
Per ora ho iniziato con quelle in stoffa:
poi, sicuramente, proseguiro' anche con le torte!!!


Buon pomeriggio !

Rita

mercoledì 13 settembre 2017

COLLANA SEMISERIA

Filato lamè,
e poi perle, perline,
un po' grandi ed un po' piccine, 
un po' in tinta ed un po' improvvisate,
e poi bottoni classici, 
e poi bottoni così così ...
alla fine ho pensato di definirla collana "semiseria" ...
perchè farla è stato divertente e rilassante,
perchè poi, una volta messa al collo, 
la sua figura la fa!







Rita

martedì 5 settembre 2017

CUCCIOLI

 I primi nati della cucciolata.
Sono due, e sono piccini piccini . . .
sono certa che ne seguiranno altri !
Non hanno ancora un nome . . .



Avete qualche suggerimento?

Buon pomeriggio a tutte!!!

Rita



domenica 27 agosto 2017

SI RICOMINCIA . . .

Dunque dunque ... riprendiamo un po' il filo del discorso
alla vigilia del rientro al lavoro . . .
Ebbene sì, le ferie sono terminate, 
fra poco lo saranno anche le vacanze scolastiche
e tutto ha il sapore del "si riprende. . ."
In questo periodo estivo, quello in cui tutti gli impegni 
e le scadenze, per dove sia possibile, vengono rimandate genericamente
 . . . a settembre . . . si sono fatte tante cose, 
tante piccole cose, un po' per volta . . .
A piccoli passi procedo con il ricamo dei mesi del Sal
i miei cuscinetti ci sono tutti, da gennaio ad agosto !



E poi ci sono state le ferie, le vacanze in montagna,
con figli che sono andati e venuti prima, dopo e durante
il nostro soggiorno, amici che sono venuti a trovarci,
giornate in compagnia e giornate di rilassanti
passeggiate per i boschi, ma anche camminate
più lunghe e ed impegnative,
sia che fossero a due o a quattro zampe . . .
visto e considerato che il nostro Pluto
ci ha sempre accompagnato !




E per finire in bellezza queste vacanze sono servite
anche a fare un po' di manutenzione casalinga...
infatti, cosa c'è di meglio se non decidere di dedicare 
l'ultimo giorno di ferie ad imbiancare il corridoio di casa?
Aiuto !!!

Alla sera, dopo aver dipinto soffitto e pareti, 
pulito e sistemato tutto ...
ero sfinita!!!



sabato 29 luglio 2017

BACK TO SCHOOL

Sicuramente è ancora presto per pensarci seriamente,
ma meglio non farsi cogliere impreparati...
Io ho iniziato da un astuccio,
poi si vedrà ...






Alla fine mi sembrava mancasse qualcosa,
ed ho deciso di aggiungere un piccolo charm
a cuore ... perchè, si sa, di cuori non ce n'è mai abbastanza !!!

Rita

venerdì 21 luglio 2017

UN CUSCINO

Metti una camicia da notte bianca, ricamata ...
di quelle che trovi solo ai mercatini d'antiquariato ...
Metti che decidi di riciclarla trasformandola
in un candido cuscino ...
Metti che, sempre per rimanere in tema di
"non si butta via niente" ti ritrovi con bottoni che
definiresti ... simili, ma non uguali...







Ora il divanetto della mia terrazza ha un tocco
decisamente romantico !!!


Rita

domenica 9 luglio 2017

LAVORI IN CORSO

Fin da bambina ho sempre visto la mia mamma seduta alla macchina da cucire
o china sul tavolo con il metro da sarta al collo ...
Qualcosa mi ha insegnato, ma. all'epoca, preferivo uscire con le amiche piuttosto che ascoltare i suoi insegnamenti di cucito: lei mi diceva cosa fare, mi dava qualche indicazione sulle imbastiture, sui punti molli, sull'importanza di essere precise nelle misure ...
A volte mi sentivo orgogliosa a tenere l'ago in mano ed eseguire le piccole mansioni che mi assegnava, a volte invece le stavo alle costole per strapparle un cenno di assenso di fronte all'ennesima richiesta per farmi confezionare una gonna, un abito o qualche altro capo di abbigliamento che avevo visto in una vetrina del centro ...
Ora lei non cuce quasi più per tanti motivi ed ogni tanto mi lusinga chiedendomi di farle dei piccoli lavori di cucito per la casa o per qualche capo di vestiario.
Vi avevo già detto di aver frequentato, qualche tempo fa, un corso di taglio e cucito:
un corso base che mi ha appassionato ed incuriosito fino al punto di spingermi, ogni tanto, a provare a confezionare qualche semplice capo per me o per mia figlia, ma anche sistemare orli e cerniere.
Un taglio di lino grigio chiaro mi ha ispirato per questo fresco abito estivo dalla linea a trapezio che ancora è da rifinire (infatti manca ancora l'orlo ed un'adeguata stiratura...),
ma che vi mostro comunque perchè ,,,, non stavo più nella pelle !!!
Voi che ne dite?





A presto!

Rita

domenica 25 giugno 2017

UNA VACANZA

Una promessa è una promessa!
E non si discute!
E da qui nasce una vacanza ...
Mia figlia ci teneva tanto a trascorrere
qualche giorno al mare,
ma, vuoi gli esami di maturità dell'ex liceale ...
vuoi che siamo andati a trovare il più grande
a Barcellona durante il periodo di studi,
vuoi tutta una serie di motivi o circostanze
che non hanno reso possibile esaudire il suo desiderio ...
alla fine mi ha strappato questa promessa,
per cui, terminato l'anno scolastico,
siamo partite alla volta di Cervia 
per trascorrere una settimana di puro relax,
di dolce far nulla,
di ritmi piacevoli ed insoliti ...
ai quali, ad essere sincera, mi sono abituata
con estrema facilità!!!
E sotto l'ombrellone?
Tante letture ed un po' di chiacchierino!






martedì 13 giugno 2017

SONO SENZA PAROLE . . .

Ebbene sì, questa volta sono proprio senza parole ...
Dopo la recente fioritura di una delle mie "ragazze"
(così definisco affettuosamente le mie orchidee),
non dovrei stupirmi di nulla!
Invece eccomi qui a compiacermi
guardando il giardino di casa:
tutto fiorito !!!
Il profumo del gelsomino è intenso e delicato
allo stesso tempo, ed entra con discrezione 
in cucina, mentre le ortensie in vaso,
le violette e gli altri fiori donano una nota di colore
che mette allegria già dal mattino ...
Insomma . . . un'annata eccezionale?
Non saprei, ma, mentre alcuni sostengono che con 
le stagioni/non stagioni di quest'anno
tutto è possibile . . .
io mi illudo che poco a poco
mi stia venendo il cosiddetto 
"pollice verde" . . .







A quanto pare non sono l'unica a godere di questi colori
e del piacere di stare in giardino . . .





sabato 3 giugno 2017

CHIACCHIERINO



Come dire...
a volte ritornano ...
Come ho già detto in più occasioni, 
la costanza non è il mio punto di forza:
mi piace il ricamo, il cucito,
l'uncinetto e tanto altro
ma non riesco a dedicarmi solo ad una
sola tecnica in assoluto.
Insomma, mi annoio un po' a fare sempre le stesse cose
e quindi finisco con il portare avanti 
progetti diversi da loro e con tecniche diverse.
Per esempio, da qualche tempo sentivo la nostalgia
delle navette e del susseguirsi fitto fitto
di tutti quei nodini e picot tipici del
lavoro al chiacchierino,
ma avevo voglia di fare qualcosa di relativamente veloce,
che non richiedesse troppo tempo nella sua esecuzione.
Ho deciso alla fine per questi orecchini:
un filato sottile sottile per mettere in risalto 
la lavorazione, le monachelle color bronzo
e, per completare il tutto, una simpatica modella
che si è "volontariamente" prestata per le foto.